Risoluzione delle controversie

Imparare a utilizzare la domanda maieutica è una strategia innovativa, particolarmente interessante ed efficace nello sviluppare nuove competenze o implementare quelle già acquisite. In famiglia, sul lavoro, tra amici, a scuola, ovunque siamo sommersi dalle risposte, più o meno retoriche, più o meno invasive, e siamo abituati a dare risposte: i genitori ai figli, i medici ai pazienti, gli avvocati ai clienti, gli esperti ai presunti ignoranti. La dimensione della risposta, del consiglio, è la più ovvia, scontata e normale ma è anche la meno utile.
È infatti sempre più chiaro che il domandare rappresenta la modalità più valida di lavorare assieme, di comunicare e di aiutare gli altri. L’ossessione della risposta contribuisce a bloccare l’apprendimento, genera frustrazioni e sviluppa dipendenze. Gli strumenti elaborati in questi anni lo hanno dimostrato: attivare un approccio maieutico all’apprendimento, personale o di gruppo, imparando a utilizzare le domande come forme di esplorazione, di ricerca, di aiuto, di individuazione di esiti sostenibili è molto più efficace della strategia del rispondere.
La risposta tende ad essere univoca, esatta, trasmissiva; la domanda può aprire nuove possibilità, sviluppare apprendimento dall’errore, attivare la creatività.
Non tutte le domande sono efficaci in ottica trasformativa: ne esistono infatti di diverse tipologie e alcune potrebbero in realtà interferire e compromettere l’esito del processo stesso.

 

Il corso è accreditato per n. 6 crediti formativi presso l'Ordine degli Avvocati di Milano.

 

Programma