logo
Risoluzione delle controversie

Sono online le statistiche degli arbitrati amministrati da Camera Arbitrale di Milano nel 2017.
Tra i dati  consultabili: il numero di domande depositate, delle nomine effettuate, degli arbitri non confermati; la natura e la provenienza delle parti; l'esito dei procedimenti; il valore medio di lite e molto altro.

Il numero delle domande è pressochè stabile: 131 nuove domande (erano rispettivamente 134 e 131 nel 2016 e nel 2015).
Sono aumentate le parti straniere coinvolte (9,6% contro il 5,6% del 2016) ed è aumentato il valore medio dei procedimenti (4.771.600 Euro contro i 3.549.000 Euro del 2016); 
Nella composizione dei collegi arbitrali si conferma anche quest'anno la crescita degli arbitri unici rispetto ai collegi (51% contro il 45,5% del 2016 e il 41% del 2015).
Continua inoltre la crescita della percentuale di donne nominate arbitro (14,9% contro il 14% del 2016).
Un dato che dà concretezza all'impegno preso da CAM con la sottoscrizione del Pledge Equal Representation in Arbitration mostra che di queste nomine al femminile ben il 90% è effettuato dal Consiglio Arbitrale CAM (era il 73,5% nel 2016 e il 61% nel 2015).
Tra le tipologie di arbitrato si confermano essere le più frequenti: Societario (35,1%), Appalti (14,5%), Affitto, Vendita e Cessione ramo d’azienda (9,2%) e Fornitura (6,9%). 
In crescita i procedimenti in materia immobiliare (6,1% rispetto al 2,3% del 2016) mentre sono calati i procedimenti in materia di consulenza e collaborazione (2,3% rispetto all'8,2% del 2016).

Consulta le statistiche complete.