Risoluzione delle controversie

Le parti possono richiedere a CAM di gestire i costi dell’arbitrato.
Tale gestione consiste nella determinazione del valore della controversia, nella definizione e raccolta degli anticipi che devono essere versati dalle parti, nella definizione degli importi che costituiscono i compensi e le spese del tribunale arbitrale e dell’eventuale consulente tecnico. Per la definizione di tali importi CAM ha come riferimento il proprio Regolamento di arbitrato e il relativo tariffario.
La Segreteria Generale CAM può richiedere alle parti e agli arbitri le informazioni che ritiene necessarie ai fini della migliore definizione dei costi.
Le spese sono rimborsate dietro presentazione e verifica di idonei giustificativi e includono: trasporto, vitto e alloggio. Eventuali ulteriori spese sono da considerarsi comprese nell’onorario dell’arbitro.
Ogni difetto o ritardo nei pagamenti è riferito alle parti e agli arbitri.

Costi

Il costo è stabilito dalla Segreteria Generale CAM in base al valore di controversia, con riferimento agli scaglioni del Tariffario del Regolamento Arbitrale CAM e all’onorario CAM ivi previsto.
Il costo è determinato in una misura compresa tra il 35% e il 60% dell’onorario CAM previsto, a partire da un minimo di Euro 5.000 +IVA ove dovuta.