Risoluzione delle controversie

Il servizio ADR ARTE può essere attivato in due modi: 

  • Sfruttando l'elasticità delle Fast Track Mediation Rules che consentono di adattare la procedura alle esigenze del caso concreto svincolandola dal D.Lgs. n. 28/2010. Se per esempio si presume di dover coinvolgere mediatori di altri paesi, individuare esperti, prevedere un meccanismo tariffario più flessibile e basato sulle esigenze specifiche delle parti, questa è sicuramente lo soluzione più adeguata; 

  • Utilizzando le tradizionali regole del Servizio di conciliazione, previste dalla normativa italiana (D.Lgs. n. 28/2010) particolarmente adatte quando si tratta di una controversia domestica per la quale è necessaria una soluzione che possa essere poi eseguita in Italia e tutelata dalle norme nazionali.

Entro 20 giorni dal deposito della domanda di mediazione, la segreteria del servizio conciliazione inoltra la domanda alla parte invitata a prendere parte alla procedura di mediazione.
Se la parte invitata non manifesta alcuna volontà di prendere parte alla procedura di mediazione, il caso viene archiviato; viceversa, qualora la parte invitata accetti di prendere parte alla procedura, è richiesto il pagamento dei costi della procedura (spese di mediazione).
Qualora tali spese non siano pagate, la procedura si estingue. In caso di buon esito del pagamento, la procedura ha inizio con la nomina del mediatore. Viene così fissato l’incontro di mediazione, che può essere svolto anche in videoconferenza o conferenza telefonica, in particolare, quando le parti si trovano in Paesi diversi.
Qualora non si raggiunga l’accordo tra le parti, la procedura di mediazione si estingue. Invece, ove intervenga l’accordo tra le parti, la mediazione è andata a buon fine e viene formalizzato con verbale l’accordo tra le parti che ha efficacia di contratto tra le stesse.

 
Consulta lo schema