Risoluzione delle controversie

avviare un arbitratoSe la clausola arbitrale prevista nel contratto fa riferimento al Regolamento della Camera Arbitrale di Milano o alla Camera di Commercio di Milano (art.1.1 Reg.), la parte può depositare, anche a mezzo raccomandata o corriere o tramite PEC una domanda di arbitrato presso i nostri uffici.

La domanda di arbitrato può essere depositata anche presso l'ufficio CAM di Roma.

La domanda di arbitrato è sottoscritta personalmente dalla parte o dal difensore munito di idonea procura e contiene i dati indicati all'art. 9.2 del Regolamento.

La domanda di arbitrato deve essere depositata in un originale per CAM, in un originale per ciascuna altra parte e in tante copie quanti sono gli arbitri. Ogni originale ed ogni copia dovranno essere muniti delle relative produzioni (art. 6.1 Reg.). È possibile depositare gli allegati destinati alla Camera, agli arbitri e alle controparti anche esclusivamente su supporto digitale (usb o CD-Rom). In questo caso è comunque richiesto il cartaceo dell'allegato contenente la convenzione arbitrale solo per l'originale CAM.

Nessun costo è richiesto al momento del deposito della domanda.

Si richiede l'apposizione di marche da bollo da Euro 16,00 sugli originali della domanda di arbitrato (una marca ogni quattro pagine di ciascun originale ed una ulteriore marca procura sull'originale per la CAM; la procura notarile non necessita di marche da bollo), in applicazione della normativa di cui al DPR 642/1972.

La domanda di arbitrato è trasmessa da CAM con ogni mezzo idoneo alla ricezione (art. 6.2 Reg.). L'attore può, altresì, trasmettere direttamente la domanda alla controparte, fermo restando il deposito della domanda stessa presso CAM, che ne cura in ogni caso la trasmissione al fine della decorrenza dei termini regolamentari (art. 9.3 Reg.).

Come fare nel caso in cui la clausola arbitrale non faccia riferimento alla Camera o al Regolamento Arbitrale o se non vi sia affatto una clausola arbitrale?

Nel caso in cui la clausola arbitrale manchi o non faccia riferimento alla CAM, la parte può depositare una proposta di arbitrato ai sensi dell'art. 1.2 del Regolamento.

Ufficio CAM a Roma

Per soddisfare le esigenze emerse dall'amministrazione dei casi con parti, difensori e arbitri provenienti dalle aeree del Centro e Sud del Paese, CAM ha aperto un ufficio a Roma dove sono a disposizione (a costi invariati) sale riunioni e un funzionario per garantire assistenza diretta nei procedimenti nuovi o pendenti: ad esempio, per la ricezione di domande e atti, per lo svolgimento di udienze arbitrali o camere di consiglio. Come è noto, i luoghi in cui si mette in atto il procedimento possono essere diversi dalla sede dell'arbitrato.
L'ufficio CAM si trova presso la sede di AIA (Associazione Italiana per l'Arbitrato) con cui CAM collabora da anni. Si riceve su appuntamento.

 

MILANO
Via Meravigli 7
Tel. + 39 02 8515.4666/4563
E-mail: segreteria.arbitrato@mi.camcom.it
dal lunedì al venerdì
ore 9.00-13.00 e ore 14.00-17.30
ROMA
Via Barnaba Oriani, 34
Dott.ssa Benedetta Coppo
Tel: 06 4203.4324
E-mail: cam.roma@mi.camcom.it
Previo appuntamento