Risoluzione delle controversie

Su un totale di 935 mediazioni analizzate (procedimenti chiusi, intercorsi tra l'1/01/2015 e il 31/12/2017), in 32 è presente l'"elemento artistico" (3% del totale).

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 





Di queste:
  il 25% proviene dall'ambito locazioni; 
  il 22% dalle successioni ereditarie;
  il 19% dai diritti reali; 
  il 16%  dalle divisioni; 
  il 6% dai contratti finanziari; 
  il 3% dalla diffamazione a mezzo stampa, dalla
  compravendita di mobili/immobili e da categorie residuali.

   

 
Il numero di casi affrontati da ADR Arte è cresciuto del 13% tra il 2016 e il 2017.
La percentuale di accordi raggiunti è del 28%, superiore alla percentuale di accordi raggiunti normalmente in mediazione.
Viene calcolata sul totale delle domande di mediazione ADR Arte ricevute, abbiano le parti proseguito la mediazione dopo il primo incontro o meno. 

  

 

 

 

 

 

 

 

 






La percentuale di accordi raggiunti, qualora le parti abbiano deciso di intraprendere il percorso di mediazione dopo il rimo incontro, è dell'82%.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




Il valore economico delle dispute analizzate si può dividere nei seguenti scaglioni: 

16 % per le liti con valore < di € 20.000;
12% per quelle comprese tra i € 20.001,00 e € 50.000;
16% per quelle comprese tra i € 50.001,00 e i € 150.000,00;
34% per quelle tra i € 150.001,00 e € 250.000,00;
6% tra € 250.001,00 e € 1 milione;
16% per quelle superiori a € 1 milione.

Le mediazioni volontarie sono state il 6% del totale, quelle obbligatorie il 94%.





Le mediazioni contrattuali sono state il 53% del totale, quelle extracontrattuali il 47%.





Infine, la percentuale di mediazioni demandate dal giudice è stata del 6%, mentre quella derivante da clausole contrattuali di risoluzione alternativa delle dispute del 3%.